mercoledì 12 dicembre 2018

PER ORDINARE I NOSTRI LIBRI

I nostri libri sono distribuiti da:
MESSAGGERIE LIBRI e GOODFELLAS
Tutte le librerie possono quindi riferirsi a questi fornitori.

Inoltre: sono ordinabili su Amazon, IBS e la maggior parte degli store on-line.

MA: se volete sostenerci fattivamente potete ordinare i libri direttamente presso la nostra casa editrice. Per farlo dovete scaricare il modulo d'ordine qui allegato, compilarlo indicando i libri che vi interessano (il file calcola automaticamente l'importo finale, comprensivo di spese di spedizione), effettuare il pagamento con una delle modalità indicate e spedircelo per email, unitamente all'attestazione di pagamento. I libri vi saranno recapitati a casa, con la modalità di spedizione prescelta.
Anche se sembra complicato, si tratta di un'operazione semplicissima, che richiede solo pochi minuti del vostro tempo. 
Vi abbiamo riservato uno sconto sul totale del 20% ed alcuni titoli sono scontati fino al 50%. Scaricate per credere!

MA: se vi sembra complicato, allora potete scriverci una mail indicando i titoli di cui avete bisogno e, a stretto giro, vi indicheremo importo e modalità di pagamento.

Grazie per il vostro sostegno.
crac edizioni

SCARICA IL MODULO D'ORDINE

mercoledì 7 novembre 2018

Marco Braggion :: Different Times. La storia dei Giardini di Mirò



“I Giardini di Mirò sono di un’altra scuola. Prendono e vanno: una cosa che insegna solo il punk”. Andrea Pomini, Rumore.
Come molti gruppi indipendenti, anche i Giardini di Mirò nascono in un garage. La storia di una delle band più influenti della scena underground italiana parte alla fine degli anni Novanta a Cavriago: nel paese in provincia di Reggio Emilia due amici e compagni di scuola - Corrado Nuccini e Giuseppe Camuncoli - provano a formare un gruppo, influenzati in egual misura dal rock americano dei Sonic Youth e da quello italiano dei Massimo Volume. Dopo poco si uniscono a loro Jukka Reverberi, Mirko Venturelli, Luca di Mira ed Emanuele Reverberi: nuove voci che danno al combo un respiro più internazionale.  
Il libro ripercorre la parabola artistica del gruppo dagli inizi infatuati delle sonorità del post-rock fino alle sperimentazioni della maturità con l’hip-hop, l’elettronica e la musica da film. Il viaggio è impreziosito dalle interviste ai musicisti, produttori e amici che hanno lavorato con il gruppo. Fra gli altri Rossano Lo Mele dei Perturbazione, Max Viale dei Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo, Andrea Pomini di Rumore, Emidio Clementi dei Massimo Volume, Luca Giovanardi dei Julie’s Haircut e Max Collini degli Offlaga Disco Pax/Spartiti. 

Marco Braggion collabora con SentireAscoltare e Classic Rock Italia. Ha scritto per TV Sorrisi e Canzoni on line, PIG Mag e altre riviste musicali italiane. Ha pubblicato nel 2010 per Odoya Daft Punk. Icons After All. Le tre canzoni che preferisce dei Giardini di Mirò sono Dividing Opinions, Dancemania e La vampa.

pp. 234
ill. B/N e col.
ISBN 978-88-97389-45-3
€ 16,00


lunedì 23 luglio 2018

Claudio Bonomi :: Agorà Underground


Il favoloso viaggio negli anni '70 di una band non allineata

Cosa stanno combinando due hippy di Ancona nello studio dl Gian Piero Reverberi, l’arrangiatore del primo Fabrizio De André e di Lucio Battisti?
Perché uno sperduto paesino delle Marche si sta trasformando in una piccola Nashville con musica e prove aperte a tutte le ore?
Che ci stanno fare cinque perfetti sconosciuti, tra i quali un chitarrista appena maggiorenne, sul palco del festival jazz di Montreux?
Le risposte in questo libro che racconta le vicende, in gran parte inedite, degli Agorà, formazione marchigiana nata nel 1974 e protagonista di un’avventura musicale straordinaria che l’ha portata a partecipare ai più importanti festival giovanili degli anni Settanta, da Villa Pamphili al Parco Lambro, e a suonare al più rappresentativo appuntamento jazz europeo di quegli anni, dividendo il palco con icone della musica rock nazionale ed internazionale come PFM, Perigeo e Magma. 
Un accidentato e ostinato viaggio socio-musicale controcorrente che inizia negli anni Sessanta, ai tempi del beat con i primi concerti dei Les Garcons e una fugace collaborazione con Mimì Bertè e attraversa tutto il decennio successivo, passando dalla psichedelia, con gli Oz Master Magnus, gruppo prodotto da Gian Piero Reverberi, al progressive e al jazz rock. Un viaggio ripreso negli anni Duemila con nuovi dischi e collaborazioni di pregio come quella con il tastierista degli Area Patrizio Fariselli. Un testo documentato e avvincente che dà voce ai racconti dei protagonisti e alle testimonianze di amici famosi e no.
Con la prefazione di Roberto Manfredi e decine di fotografie (tra cui gli scatti di Cesare Monti e Roberto Masotti).

Claudio Bonomi, classe 1961, giornalista professionista vive a Milano. Sul fronte musicale ha collaborato a Musica Jazz, Ultrasuoni/ilManifesto, All About Jazz Italia, Quaderni d’Altri Tempi. Con Gennaro Fucile ha scritto il cd book Elastic Jazz - Sketches of Britain pubblicato nel 2005 da Auditorium Edizioni.


pp. 250
isbn: 9788897389446
prezzo: euro 15

mercoledì 13 giugno 2018

Roberto Manfredi :: Cesare Monti. L'immagine della musica



Cesare Monti è stato il più importante, attivo e influente art director nella discografia italiana degli anni settanta-ottanta. Fotografo, regista, poeta, scrittore, docente di comunicazione all’Università ESE di Lucca.


Nel corso della sua vita ha prodotto oltre 250 copertine di dischi, migliaia di fotografie, decine di lungometraggi, video d’arte e spot pubblicitari.

Questo libro è dedicato al suo immenso talento artistico, alle sue esperienze e al suo pensiero.
Il libro raccoglie storie, aneddoti, incontri, analisi sulla poetica dell’immagine e le testimonianze di artisti quali Maurizio Vandelli, Angelo Branduardi, Eugenio Finardi, Donatella Rettore, Gianfranco Manfredi, Ivan Cattaneo, Oscar Prudente, Vittorio Nocenzi (Banco del Mutuo Soccorso), Pasquale Minieri (Canzoniere del Lazio), Renato Gasperini (Agorà), Maurizio Salvadori, Alice Montalbetti, con una vasta gallery di fotografie e copertine degli album più importanti e significativi di artisti quali Lucio Battisti, Fabrizio De André, Pino Daniele, Banco del Mutuo Soccorso, Angelo Branduardi e tanti altri

Roberto Manfredi: Ex produttore discografico, primo promoter di Fabrizio De André, autore e produttore televisivo, scrittore. Produttore esecutivo dell’home video Mistero Buffo di Dario Fo, Storie del signor G di Giorgio Gaber, nonché di dischi importanti quali Un Gelato al limon di Paolo Conte. Ha prodotto inoltre dischi di Roberto Benigni, Gianfranco Manfredi, Elio E Le Storie Tese, Freak Antoni, Nicola Arigliano etc. Ha scritto oltre seicento interviste per la televisione italiana e la radio svizzera italiana (RSI). Documentarista. Ha scritto e pubblicato sei libri tra i quali: Skanzonata. Storia della canzone umoristica e satirica italiana da Petrolini a Caparezza (Skira), Artisti in Galera (Skira), Talent Shop (Arcana).

Vanda Spinello, moglie di Cesare Monti, pittrice, grafica, illustratrice, sempre a fianco del marito.
Alice Montalbetti, figlia di Cesare Monti, erede del patrimonio artistico, titolare dell’immenso archivio fotografico e video del padre.


170 pagine formato 16x23

illustrato in B/N
con un inserto di 16 pagine a colori

ISBN 9788897389514

Prezzo: €22,00


giovedì 26 aprile 2018

Lucio Mazzi e Moreno Spirogi Lambertini :: PER QUELLI COME NOI


Musica e musicisti nella Bologna degli anni ‘60 

Un altro libro sul rock bolognese?!
Sì.
Cioè, no.
Tanto per cominciare qui non si parla solo di rock.
Negli anni ’60, non suonavano solo i gruppi beat: Bologna risuonava anche di jazz, di canzone dialettale o di filuzzi, c’erano grandi orchestre da ballo e “complessini” durati due mesi... In questo libro c’è tutto.
PER QUELLI COME NOI (che ruba il titolo a un noto brano dei primissimi Pooh) parla infatti di tutti quanti a Bologna abbiano fatto musica in quel decennio: nomi molto famosi (Gianni Morandi, Pooh, Lucio Dalla, Francesco Guccini, Paolo Mengoli, Andrea Mingardi, ecc.) ma anche cantanti, gruppi beat o orchestre da ballo di cui si rischiava di perdere il ricordo, nonostante molti di questi abbiano inciso anche dischi di un certo successo (Paolo Baccilieri, Maria Doris, Junior Magli, ecc.), dei musicisti jazz di quel decennio, degli alfieri della cultura dialettale (Dino Sarti, Mario Medici, Adrianein, ecc.) e di quelli della filuzzi (Leonildo Marcheselli, Ruggero Passarini, Carlo Venturi, ecc.).
In oltre un anno di lavoro, interviste e ricerche, si è così ricostruito per la prima volta in maniera esaustiva un importante tassello della cultura della nostra città che in gran parte rischiava davvero di andare perso.
Di ogni gruppo o musicista preso in considerazione viene descritta storia e carriera, e riportata la discografia con anni, numeri di catalogo, ecc. con l'obiettivo di fornire a futuri ricercatori, per la prima volta, dati scientificamente corretti ed esaustivi sull'argomento, accanto al racconto dello spaccato di un'epoca.

Lucio Mazzi, bolognese, si occupa di musica dalla fine degli anni '70, come studioso, appassionato e scarsissimo bassista. Giornalista professionista, ha pubblicato migliaia di articoli, una trentina di libri (come autore, coautore o curatore) , un paio sulla storia del rock bolognese, ed è stato docente di Storia della Musica Applicata presso il Conservatorio G. Frescobaldi di Ferrara. www.luciomazzi.com

Moreno Spirogi Lambertini nasce a Bologna anni fa, nei primi anni '80, suona la batteria con vari gruppi locali e parallelamente inizia l'attività di disc jockey. Nel 1985 fonda Gli Avvoltoi di cui è cantante e frontman. Nei primi anni ’90 crea l’etichetta indiipendente Torello Records ed è fra gli organizzatori del festival Scandellara Rock. Ha pubblicato una ventina di dischi, dal 2010 è speaker a Radiocittà Fujiko e, insieme a Lorenzo Arabia, ha pubblicato nel 2012 “Storia di un gruppo ridicolo” che ripercorre la storia degli Avvoltoi.



Genere: Rock/Storia della musica a Bologna
pp. 242
isbn: 9788897389491
prezzo: euro 16   euro 15